La valigia dei sogni

Compagnia: Folle mente
venerdì 28 Giugno, 21:30
Cortile della Maddalena, Alba
Summertime 2024

La Compagnia Folle Mente
Presenta

La Valigia dei Sogni

È uno spettacolo dolce e divertente che ruba al varietà la leggerezza e alla musica l’emozione, un cabaret atipico che nasce quando un giovane artista talentuoso e squattrinato incontra una diva d’altri tempi mancata.
Quando le piume diventano più affascinanti di Marilyn Monroe e il teatro diventa un angolo di mondo per sognare e la vita vera si nasconde dietro una baracca, quando la poesia fa ridere e il riso commuove.

Quando il tempo si ferma e strane creature cantano l’amore e la poesia svelando un cuore che batte dietro un paio di occhiali da sole. E quando l’artista e la diva, per quanto anomali possano apparire si scoprono inevitabili l’uno per l’altra… perché volare da soli è solamente un’illusione…

Alle spalle di un clown ci stanno le stelle, dietro le stelle ci stanno i sogni.

NOTE SULLO SPETTACOLO
Lo spettacolo è un varietà musicale con pupazzi; ciò significa che si tratta di uno spettacolo di teatro di figura, che utilizza principalmente l’apporto della musica e la cui struttura non è fondata su una drammaturgia vera e propria, ma è un contenitore nel quale si susseguono dei “numeri”. Lo spettacolo ha per questo l’unica pretesa di intrattenere, e per fare questo si avvale principalmente delle più svariate tecniche di teatro di figura e di manipolazione che vengono presentate nei vari numeri. Non da meno risulta affascinare lo spettatore il connubio, talvolta poetico, talvolta ironico, tra la musica e il pupazzo e tra i pupazzi e gli animatori. Infine la forza evocativa delle figure animate trascina grandi e piccini sulla strada della fantasia e del sogno.Questo spettacolo viene presentato sia per un pubblico adulto, che per i bambini,modificando il contenitore dei numeri;resta il fatto che certi richiami (citazioni se vogliamo), alcuni tipi di ironia, sono pensati e comprensibili per gli adulti. Sta al singolo spettatore, se vuole, andare oltre l’intrattenimento e intuire nei singoli sketch il senso poetico o ironico con il quale li abbiamo creati. Insomma se vi trovate davanti una gallina che canta Ne me quitte pas, non vi scandalizzate… noi almeno lo troviamo estremamente ironico!!!